stampa
Dimensione testo
LA FESTA

Caltanissetta rende omaggio al patrono San Michele

di

CALTANISSETTA. Con la consueta, solenne processione la città rende omaggio al suo santo protettore. Che sia un momento di festa è stato sottolineato, già da venerdì mattina, dallo sparo di ventun colpi di cannone a salve (petardi pesanti).

I nisseni ricordano l'apparizione di San Michele avvenuta nel sito dove successivamente vennero edificati santuario e convento dei cappuccini. Narrano le leggende che nel 1625 (era l'8 maggio) l'arcangelo apparve a Frà Francesco Giarratana mentre salvava la città dalla peste che mieteva vittime in tutta l'isola. Un miracolo, o forse un segno del destino, dalla eco vastissima in città. E i nisseni, riconoscenti, elevarono il santo a patrono della città mantenendo comunque inalterate fede e devozione verso il Signore della Città fino allora protettore della città.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X