VENERDÌ

Teatro, Jacopo Fo va in scena a Gela

Gela, monologo, teatro, Iacopo Fo, Caltanissetta, Cultura
Jacopo Fo - fonte Ansa

GELA. Si intitola «Gela, le radici del futuro», lo spettacolo teatrale dello scrittore e sceneggiatore Iacopo Fo (il figlio di Dario Fo e Franca Rame) che sarà portato in scena venerdì 2 dicembre al teatro Eschilo di Gela, con il patrocinio della Regione Siciliana, del museo archeologico, dell'amministrazione comunale e dell'Eni.

Si tratta di un monologo con cui l'autore ripercorre i 2500 anni di storia di Gela (definita la Londra dell'epoca ellenistica) dalla sua fondazione (VII secolo avanti Cristo) al periodo di Federico II, ai giorni d'oggi, col supporto documentale di foto e di video.

Iacopo Fo si sofferma sulle antiche vestigia delle mura timoleontee, sul ritrovamento della nave arcaica, sulle grotte delle necropoli, e guarda avanti in direzione di uno sviluppo variegato del territorio attraverso sogni, ambizioni, teatro, progetti di rilancio turistico e culturale, che si affianchi alla realtà agricola e industriale.

È l'inizio di un progetto di collaborazione di Iacopo Fo con la società gelese, promosso dall'Eni, «alla ricerca di idee, proposte, suggerimenti - ha detto l'autore in un incontro con i cronisti - e di un lavoro d'insieme, storico-etnico-culturale, già avviato con scuole e associazioni per la formazione di un gruppo creativo (si spera, permanente) da cui potrebbero uscire iniziative di ogni tipo: un libro, una commedia, un documentario, un film, promozioni turistiche, pacchetti di offerte per itinerari del turismo in Sicilia che prevedano una tappa a Gela». Un'esperienza, quella di Fo, che con il supporto dell'Eni, è stato possibile realizzare anche in altre sedi, in Italia e all'estero.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X