stampa
Dimensione testo
COMMERCIO

Gela, chiesta zona franca per il centro storico

di

GELA. Il centro storico continua a svuotarsi dalle attività commerciali, segno che la crisi economica non è solo una preoccupazione. La fine della raffinazione del petrolio in città e, con essa, la cessazione dell’attività produttiva della fabbrica Eni impone strategie economiche capaci di creare una nuova economia. Cosi il centro storico potrebbe diventare zona franca e iniziare ad ospitare sagre, eventi, festival, iniziative culturali ed artistiche, essere sede di mercatini locali per la commercializzazione a chilometro zero dei prodotti locali.

È questa, in sintesi, la proposta di rilancio commerciale del centro storico della città avanzata dalla quarta commissione consiliare permanente Sviluppo economico, presieduta da Antonio Torrenti e composta da: Vicenzo Giudice, Angela Maria Di Modica, Anna Comandatore e Carmelo Orlando. Il progetto ha già ottenuto il placet delle associazioni di categoria, quali: Confcommercio, Coldiretti, Ristoworld Italy, oltre ai comitati Gela C’Entro e all’associazione culturale Unclejack.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X