stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Il centro di formazione Cnos Fap a rischio, 35 dipendenti verso la mobilità
GELA

Il centro di formazione Cnos Fap a rischio, 35 dipendenti verso la mobilità

di

GELA. È nato nel 1960 e in 56 anni, ha formato oltre 15 mila giovani con in tasca una qualifica che ha permesso loro, nella maggior parte dei casi, di inserirsi nel mondo del lavoro. Tubisti, saldatori, meccanici, parrucchieri ed estetisti, ma anche addetti alla ristorazione e programmatori informatici.

È il mondo dei salesiani, è il centro di formazione voluto da Don Bosco alla perferia di Gela, al "Villaggio Aldisio" e che da 56 anni, accoglie giovani togliendoli dalla strada, strappandoli alla malavita e al lavoro nero.

Un' eccellenza fatta di professionalità e competenza e che ora, inesorabilmente rischia la chiusura. Il Cnos Fap, sta attraversando uno dei momenti più drammatici della sua storia. Attualmente conta su 53 dipendenti ma per 35 di loro, sono già pronte le lettere di mobilità.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X