stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Mussomeli, il Pd lascia l'aula: salta mozione di sfiducia al sindaco
COMUNE

Mussomeli, il Pd lascia l'aula: salta mozione di sfiducia al sindaco

di
Disertano l’aula il sindaco e la giunta mentre i consiglieri vicini al primo cittadino difendono strenuamente il suo operato

MUSSOMELI. Tutto come previsto. Il sindaco e la sua giunta assente, i consiglieri comunali vicini a Calà in aula giusto il tempo di difendere il proprio uomo, e l’opposizione numericamente incapace di portare a casa il risultato. Nessun colpo di scena nella sera dedicata alla mozione di sfiducia del primo cittadino. Come aveva anticipato a questo giornale Calà lunedì sera ha snobbato la riunione, e con lui pure gli uomini dell’esecutivo hanno preferito non farsi vedere dalle parti del municipio. Significativa e vistosa l’assenza degli “uomini di governo” dagli scranni a loro dedicati.

A Gianni Geraci, capogruppo del Pd, il compito di difendere il proprio leader. «La mozione di sfiducia - ha detto nella sua filippica - è sbagliata per una serie di motivi. Non si può prendere ad esempio la vicenda del Bilancio come pretesto per mandare via il sindaco, piuttosto dovremmo essere noi consiglieri a dimetterci». Geraci ha voluto rinnovare la fiducia nei confronti del sindaco: «Ha lavorato con serietà, con grande onestà, mettendo tutto se stesso per risolvere i problemi che hanno caratterizzato questi ultimi cinque anni. Se un difetto può avere è che a volte si è fatto lasciare a gesti di intemperanza». Il capogruppo del Pd ha sostenuto che l’iniziativa dell’opposizione è mossa da «spirito di vendetta.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X