stampa
Dimensione testo
COMUNE

Serradifalco, polemiche per i bivi e rotatoie

di

SAN CATALDO. Polemica a distanza sulla paternità degli appena avviati lavori di ammodernamento dei bivi agli ingressi e i alcune rotatorie all’interno del paese, per più di 120 mila euro, tra il sindaco Leonardo Burgio e il Partito democratico. Per il Pd si tratterebbe di «una promessa mantenuta dal governo Crocetta». Il primo cittadino, però, non troverebbe «tracce nel procedimento di questa frangia del Pd» che possano portarlo «a riconoscere loro dei meriti».

Pregi che, invece, Burgio accredita a se stesso. «Per avere velocizzato la firma del contratto con la ditta che se li è appaltati – precisa – e per avere ottenuto dalla stessa la gratuita predisposizione di un passaggio luce e uno di acqua, affinché le aiuole spartitraffico divengano giardini veri e propri». Precedentemente il circolo del Partito democratico di Serradifalco sul suo profilo Facebook aveva scritto: "Buone notizie. A breve prenderanno il via i lavori per l'ammodernamento dei principali ingressi del paese. Il risultato di un impegno assunto nel 2013 dal governo Crocetta, per tramite dell'assessore Bartolotta. Il quale, dopo il nostro incontro, sbloccò il finanziamento per il progetto presentato dal comune di Serradifalco alla regione siciliana nel 2008".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X