stampa
Dimensione testo
COMUNE

Mozione di sfiducia, il sindaco di Gela: datemi tempo

di

GELA. A meno di un anno dalle amministrative, che hanno visto il trionfo del Movimento 5 Stelle e dell’elezione del sindaco Domenico Messinese, poi espulso lo scorso dicembre dal suo partito, a Gela c’è già chi parla di proporre una mozione di sfiducia per mandarlo a casa. I tempi non sono ancora maturi perché per mandare a casa Messinese bisognerà aspettare 24 mesi dal giorno delle elezioni.

Ma c’è già chi scalpita, chi è alla ricerca delle firme necessarie per far sì che il capo dell’amministrazione faccia le valigie e tolga il disturbo. E ad aver annunciato già una mozione di sfiducia, è il consigliere comunale del Pd, Peppe Ventura, ex assessore della precedente amministrazione guidata dallo sconfitto Angelo Fasulo (Pd) e che può contare, al momento, dell’appoggio di una parte del suo partito, visto che il Pd a Gela è spaccato in due con due segretari cittadini. Lui, il diretto interessato, il sindaco Messinese, non vuol sentir parlare di sfiducia e ribatte: “Il consigliere Ventura non ha compreso cosa voglio fare. Vorrei essere giudicato per quello che faccio”.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X