stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Tre sberle e un ferito, per la Sancataldese l'andata è un incubo
ECCELLENZA

Tre sberle e un ferito, per la Sancataldese l'andata è un incubo

di

SAN CATALDO. Durissima sconfitta per la Sancataldese, battuta con un sonoro tre a zero dalla formazione calabrese del Castrovillari. In una cornice di pubblico che non si vedeva da tem po a San Cataldo c' è da riportare però uno spiacevole fatto avvenuto poco prima del fischio d' inizio: all' esterno dello stadio, vicino l' ingresso per la tribuna ospiti, è stata esplosa una bomba carta che ha ferito Denise Salute, 28 anni di Caltanissetta.

La ragazza è stata portata in codice verde al pronto soccorso dell' ospedale S. Elia per una ferita al polpaccio. È stata poi dimessa in un paio d' ore dopo aver ricevuto cure mediche.

La partita si è poi svolta regolarmente, con le due squadre in fase di studio nei minuti iniziali di gioco; il Castrovillari ci prova al 6' su calcio d' angolo, con Miceli che spizza dite sta e manda la palla sul fondo. Dopo questo pericolo è la Sancataldese a tenere il pallino del gioco, con un giro palla fluido e che porta spesso i laterali al cross come al 13', quando Yuri Di Marco viene servito a sinistra da Bruno, mette il pallone in mezzo ma Panuccio è bravo ad uscire. La pressione in avanti dei verdeamaranto è infruttuosa e al 23' sono gli ospiti a passare in vantaggio: lancio da metà campo di Leta con Dolenti che esce male con i piedi mancando il pallone, Opoku ne approfitta e a porta vuota fa 0 a 1.

Duro colpo per i padroni di casa che cercano subito di reagire, con Maniscalco e Bruno che cercano invano la via del gol, ma nel frattempo è il Castrovillari che clamorosamente si divoralo 0 a 2 con DeAngelis tutto solo davanti a Dolenti. Si chiude il primo tempo con l' ultimo tentativo di Yuri Di Marco che entra in area dalla sinistra ma non trova compagni e Panuccio blocca il suo cross basso.

Il secondo tempo che si apre con gli uomini di Marcenò che provano ad acciuffare il pareggio e per 20 minuti arrivano diversi palloni in area verso il neoentrato Scillufo, al rientro dopo l' infortunio al ginocchio. Proprio il bomber verdeamaranto propizia l' occasione più nitida per la Sancataldese servendo Bruno al limite, che con il destro a giro trova una superba risposta del portiere ospite. Lo stesso Scillufo con clude due volte a rete di testa ma in entrambi casi è bravo Panuccio. Al 42' il Castrovillari è bravissimo a sfruttare la ripartenza di Lupacchio che, lanciato dalla difesa, supera Dolenti in uscita ma Albino riesce a non far entrare il pallone in scivolata, mandandolo sui piedi di Musacco che insacca per il doppio vantaggio rossonero.

Sancataldese beffata nel momento di maggior pericolosità che subisce il terzo gol 2 minuti dopo: Leta da oltre 35 metri si inventa un gol da cineteca dopo aver recuperato il pallone e sfruttando l' uscita dai pali di Dolenti, che deve raccogliere la sfera dalla rete per la terza volta. Al fischio finale è festa grande per i moltissimi tifosi calabresi presenti in tribuna. Alla Sancataldese adesso servirà una gara perfetta tra una settimana, quando i verdeamaranto dovranno giocarsi il tutto per tutto per la serie D.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X