stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca La Società del diabete piange il nisseno Miserendino, segretario nazionale

La Società del diabete piange il nisseno Miserendino, segretario nazionale

La Simdo, Società italiana metabolismo, diabete, obesità piange l’improvvisa scomparsa del suo segretario nazionale e coordinatore del comitato scientifico, Paolo Antonio Miserendino, avvenuta ieri per cause naturali.

«Con Paolo Antonio Miserendino scompare un grande uomo, generoso, solidale, etico, cristiano, vero amico e una colonna portante della Società - commenta affranto il presidente di Simdo, Vincenzo Provenzano -. È stato in prima linea, fino a pochi giorni fa, in occasione della Giornata mondiale del diabete, che in Sicilia è stata celebrata con un incontro aperto alla cittadinanza a Palazzo Comitini, a Palermo. È sempre stato entusiasta sostenitore della ricerca e della diffusione della conoscenza in tema di diabete e malattie metaboliche – ha aggiunto Provenzano -. Siamo increduli! La sua forza, oltre alla scrupolosa preparazione scientifica, era l'empatia ed il rapporto con la gente. Desidero esprimere il cordoglio dei colleghi e soci tutti, condividendo il profondo dolore della famiglia».

Paolo Antonio Miserendino, impegnato a Caltanissetta nella medicina del territorio, era nato a Villalba, in provincia di Caltanissetta. Laureato in Medicina e chirurgia nel 1984 a Catania, aveva conseguito varie e importanti specializzazioni tra cui quella in Endocrinologia e un master in Senologia. Era esperto in Ecografia endocrinologica e in Ecografia ostetrico – ginecologica e diagnosi prenatale. Membro di società scientifiche nazionali nel campo dell’endocrinologia, della diabetologia, dell’andrologia e della medicina della riproduzione, e membro del Sovrano militare ordine ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta, è intervenuto nell’organizzazione di numerosi congressi nazionali e internazionali, come relatore e moderatore, con diverse pubblicazioni scientifiche.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X