stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Giovane morto a Gela, rabbia e commozione per l'ultimo saluto

Giovane morto a Gela, rabbia e commozione per l'ultimo saluto

GELA. In testa al corteo c’era il suo amato cane, di nome “Torre”. Poi uno striscione con la scritta “Rimarrai sempre nei nostri cuori, Totò dagli occhi blu”.
E dietro, fra rabbia e commozione, un esercito di amici che indossavano una maglietta con la stessa scritta riportata nello striscione. Un intero quartiere di Gela, il più popoloso della città “Settefarine” si è stretto al dolore della famiglia Scerra, dopo la tragica morte di Salvatore, chiamato da tutti “Totò”, morto martedì sera in un incidente stradale verificatosi in un incrocio della via Venezia, fra le vie Settefarine e Tevere. A salutare per l’ultima volta Salvatore, avvolto in una bara bianca, una chiesa gremita di familiari e amici. (Donata Calabrese)

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X