Servizio mensa a Gela, lavoratrici senza stipendio: protesta

GELA. Sit–in questa mattina a Gela, delle lavoratrici addette al servizio mensa. Le donne, una settantina in tutto, hanno inscenato una protesta davanti il Palazzo di Città, per rivendicare il diritto al lavoro.

Senza stipendi da circa sette mesi, perché il servizio è fermo, si sono recate in municipio per chiedere al sindaco di sbloccare al più presto la refezione scolastica. Le addette al servizio, hanno detto che si recheranno al Comune fino a quando non torneranno a lavorare.

La protesta è guidata dalla Cgil. Intanto, è stata convocata per domani, martedì 9 febbraio al Comune di Gela la ditta che si è aggiudicata, in via provvisoria, il servizio di refezione scolastica. Il titolare dell’impresa concerterà con gli uffici l’attivazione del servizio in tempi brevi.

Il Settore Comunale all’Istruzione ha acquisito, i certificati previsti, in modo da verificarne la coerenza con quelli dichiarati in sede di gara. Contestualmente, la ditta sarà messa in contatto con le lavoratrici impegnate nel servizio di refezione scolastica.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X