PROMOZIONE

L'Atletico Gela spazza via il Comiso con una cinquina

di
Gara vibrante con sette reti di cui tre nei primi sei minuti di gara, gol annullati, pali e un rigore tirato e sbagliato da Di Martino

GELA. Sette reti di cui tre nei primi sei minuti di gara, gol annullati, pali e un rigore tirato e sbagliato dallo stesso portiere dell’Atletico Gela. Nella gara vinta ieri dalla formazione giallorossa contro il Comiso di Mascara è successo in pratica di tutto. Cinque a due per i gelesi alla fine del match e tre punti che proiettano la squadra di Simone Pardo a sole tre lunghezze dalla capolista Sicula Leonzio che ieri ha pareggiato contro il Città di Catania. Insomma, una domenica vibrante e piena di spunti su cui riflettere per entrambe le formazioni scese in campo.

A partire da quella partenza bruciante dei padroni di casa che dopo sei minuti di gioco erano già in vantaggio di tre reti a zero sul Comiso del neo tecnico Lucenti rimasto quantomeno perplesso dall’atteggiamento sonnolento dei suoi giocatori. Due reti annullate per fuorigioco di Venniro e Marchese. Poi ancora un palo di Leone e tante occasioni create e sciupate. Una partenza bruciante che però si è affievolita dopo venti minuti di gioco. A quel punto i ragusani hanno guadagnato campo e uscito l’orgoglio trovando la rete del 3-1 con Rimmaudo lasciato tutto solo in area dalla retroguardia gelese. Nella ripresa fuori Leone per infortunio e l’Atletico rimane ancora con la testa negli spogliatoi.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X