stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca La rivolta dei precari del Comune di Caltanissetta
ASSEMBLEA

La rivolta dei precari del Comune di Caltanissetta

di
I dipendenti stabilizzati ex Asu ieri in sit-in, hanno chiesto l’incremento dell’orario lavorativo dalle attuali trenta a treentasei ore

CALTANISSETTA. È partita ieri, su due fronti, l'offensiva dei lavoratori del Comune. Nel pomeriggio l'assemblea dei lavoratori precari il cui contratto scade alla fine del mese, per chiedere la stabilizzazione o nelle more la proroga dei contratti fino al 2015 e nella mattina il sit dei dipendenti stabilizzati, ex Asu, a trenta ore settimanali che chiedono l' incremento dell'orario di lavoro a trentasei ore e l'avanzamento della carriera posto che alcuni di lro svolgono attualmente delle mansioni superiori rispetto alla qualifica rivestita.

Nei giorni scorsi, amministratori e capigruppo di maggioranza hanno affrontato il problema della richiesta dei precari che chiedono il contratto a tempo indeterminato, allo scopo di dare consistenza ad una recente delibera approvata dalla giunta comunale dell'ex sindaco Michele Campisi riguardante la stabilizzazione dei lavoratori precari del Comune, Puc (Progetti di utilità collettiva), di cui 33 di categoria C e cinque di categoria D (carriera direttiva) e sei lavoratori Asu (Attività socialmente utili) sempre di categoria C (funzionari amministrativi) da stabilizzare, 43 dipendenti in tutto.

 

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X