CARABINIERI

Caltanissetta, trovato con due fucili: arrestato

Emanuele Messina è ora ai domiciliari per ricettazione, porto e detenzione abusiva di armi

CALTANISSETTA. I carabinieri lo hanno acciuffato poche ore dopo un furto di armi. Le aveva ancora sulla sua auto quando i militari lo hanno intercettato e arrestato. È in queste circostanze che è stato preso l’operaio sessantacinquenne di Alimena, Emanuele Messina, con già alle spalle grane giudiziarie. Ora è ai domiciliari per ricettazione, porto e detenzione abusiva di armi. È nelle campagne di Calascibetta che è scattata, per lui, la trappola. Quando sulla sua Opel i carabinieri della Compagnia, coordinati dal capitano Domenico Dente, hanno scovato un fucile semiautomatico «Benelli» calibro 12 e un’arma gemella, ma marchiata «Farms».

Entrambi erano stati rubati poche ore prima da un’abitazione di Alimena. Ma l’indagine s’è poi chiusa in tempi record. Subito dopo la sparizione delle armi, arraffate nel primo pomeriggio di ieri l’altro ad Alimena, i sospetti si sono subito ristretti e l’operaio è presto entrato nel mirino dei militari.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X