stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca «Narcotizzò un armiere per derubarlo» a Caltanissetta, donna rimane in carcere
IL CASO

«Narcotizzò un armiere per derubarlo» a Caltanissetta, donna rimane in carcere

di

CALTANISSETTA. Restano serrate le porte del carcere per la giovane donna arrestata perché accusata di avere prima narcotizzato un armiere per poi prendergli in negozio una pistola e un grosso quantitativo di cartucce.

In cella era e in cella rimane, al carcere femminile di Agrigento, la ventisettenne nissena Genifer Tortorici (assistita dall' avvocatessa Maria Francesca Assennato) sulla quel pendono le pesanti accuse di rapina e porto abusiva di arma. Così ha disposto il tribunale del riesame che ha rigettato il ricorso della ragazza.

Così come il «no» alla revoca della misura restrittiva è già arrivato nei confronti di lei dal gip Alessandra Giunta, che dopo l' interrogatorio non ha convalidato il fermo a carico della ragazza tramutando però il provvedimento in ordinanza di custodia cautelare in carcere. E tanto davanti al gip, quanto al «Riesame», la donna ha preferito tenere la bocca cucita.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X