stampa
Dimensione testo
ATTO VANDALICO

Caltanissetta, continuano gli sfregi alla villa Amedeo

di

Dopo il busto di Garibaldi, tocca alla stele dedicata ai «Nisseni nel mondo». Da questo monumento, all’interno di villa Amedeo, hanno staccato due delle tre colombe che lo sormontavano e le hanno scaraventate a terra. Sono state ritrovate grazie alla segnalazione di un solerte cittadino quasi decapitate.

Tutto lascerebbe pensare che l’atto vandalico sia stato compiuto nel corso dello stesso raid (lunedì notte) dove è stata presa di mira la statua di Garibaldi. E non solo. Perché ieri sono state scoperte altre cose anche se di piccola entità, villa Amedeo è entrata prepotentemente nel mirino del vandalo seriale che agisce prevalentemente nelle ore notturne quando il grande giardino di viale Margherita viene chiuso al pubblico.

Libero di agire al riparo da occhi indiscreti si accanisce – chissà per quale ragione – contro monumenti e suppellettili in una villa dove la custodia lascia parecchio a desiderare. Ieri a villa Amedeo c’è stato l’ennesimo sopralluogo di tecnici comunale e della soprintendenza per prendere atto di questo ennesimo sfregio.

L'articolo nell'edizione della Sicilia Orientale del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X