stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Duplice femminicidio a Mussomeli, il padre dell'omicida: "Ero perplesso dalla relazione"
L'OMICIDIO

Duplice femminicidio a Mussomeli, il padre dell'omicida: "Ero perplesso dalla relazione"

"Trovavo singolare questa storia e il fatto che mio figlio si fosse innamorato di una donna più grande di lui di 20 anni". Queste le dichiarazioni di Gero Noto, padre di Michele, il ventisettenne di Mussomeli che si è tolto la vita dopo aver ucciso la ex Rosalia Mifsud, 48 anni e la figlia di lei, Monica Diliberto di 27 anni. Il giovane si confidava spesso con il padre, che lavora con contratti a progetto per il Comune. L'uomo oggi è stato sentito dei carabinieri.

"Qualche sua coetanea aveva manifestato interesse nei suoi confronti ma lui era legato a quella donna e non voleva saperne di altre. Ero perplesso nei confronti di quella relazione anche perché quella donna era più grande pure di mia moglie".

La storia tra Michele e Rosalia era durata meno di un anno e non era ben vista né dalla figlia della donna né dall'altro figlio. Durante la loro storia non si era mai verificato alcun episodio di violenza.

Oggi la Procura della Repubblica di Caltanissetta dovrà affidare l'incarico al medico legale che effettuerà gli esami autoptici sui tre corpi, che potrebbero essere eseguiti già da domani all'obitorio dell'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Intanto la Pro Loco ha deciso, insieme all'amministrazione comunale che saranno annullate le manifestazioni per il carnevale in segno di lutto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X