stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Sparatoria a Gela, riunito il Comitato di sicurezza: potenziate forze dell'ordine
PREFETTURA

Sparatoria a Gela, riunito il Comitato di sicurezza: potenziate forze dell'ordine

"Deve contribuire anche la vigilanza sociale attraverso la piena collaborazione della cittadinanza". È quanto affermato dal prefetto di Caltanissetta Cosima Di Stani, a conclusione della riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che è stato convocato a Gela dopo la rissa con conseguente sparatoria nel piazzale di una stazione di servizio.

Il procuratore Fernando Asaro ha evidenziato che a Gela si "registra un clima di diffusa insofferenza nel rispetto delle regole e delle istituzioni, circostanza che preoccupa fortemente gli ambienti giudiziari". Ha invitato anche a una maggiore collaborazione "da parte della comunità gelese e della società civile affinché la situazione non possa ulteriormente degenerare". Durante l’incontro è stato stabilito una maggiore presenza delle forze dell’ordine e dal prossimo 19 ottobre saranno operative due squadre della Compagnia di intervento operativo dell’Arma dei carabinieri la cui presenza, in provincia, era stata, peraltro, già programmata per rendere ancora più stringenti e visibili le attività di vigilanza e di controllo. La città è stata suddivisa in quadranti in cui opereranno polizia, carabinieri e Guardia di finanza mentre la polstrada effettuerà servizi di controllo tra le province di Agrigento e Ragusa.

Il sindaco di Gela, Lucio Greco, ha emesso un’ordinanza con cui l’apertura degli esercizi commerciali è fissata fino a mezzanotte e 30 dell’indomani dalla domenica al giovedì e fino all’1.30 nei giorni di venerdì e sabato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X