stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Accesso abusivo alla banca dati del Viminale, carabiniere di Gela rinviato a giudizio
L'INCHIESTA

Accesso abusivo alla banca dati del Viminale, carabiniere di Gela rinviato a giudizio

Il gup del tribunale di Caltanissetta Graziella Luparello ha rinviato a giudizio un carabiniere di Gela di 41 anni per il reato di accesso abusivo allo Sdi (la banca dati del Ministero dell’Interno cui hanno accesso le forze dell’ordine).
Il militare, già rinviato a giudizio anche per maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale su minore, è accusato di aver fatto accesso indebitamente alla banca dati allo scopo di acquisire informazioni personali e non legate ad esigenze di servizio.
Il processo si celebrerà dinanzi al tribunale di Gela il prossimo 14 giugno. Il carabiniere nel 2020, secondo l’accusa rappresentata dal pm Stefano Sallicano, avrebbe cercato informazioni sulla ex moglie e persone vicine a quest’ultima. In occasione del controllo periodico fatto da un superiore, sarebbe emerso l’accesso abusivo.
Il gup ha ammesso la costituzione di parte civile delle vittime del controllo abusivo, assistite dagli avvocati Eleanna Parasiliti, Giuseppe Messina e Giovanni Di Giovanni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X