CALTANISSETTA

L'Ultima cena pronta al restauro

di

CALTANISSETTA. Dall'Expo in laboratorio. L'Ultima Cena dei Biangardi, fiore all'occhiello della città alla rassegna universale di Milano, al rientro è rimasta smontata ed è entrata direttamente in un laboratorio (un ampio locale sempre a San Pio X) per un imponente maquillage che dovrà riportarla all'antico splendore.

Occorreranno almeno due mesi di lavoro (e un investimento di diciassettemila euro) prima di tornarla ad ammirare. E siccome la Vara ha rappresentato quanto di bello la città poteva far vedere al mondo è stato deciso che a restauro ultimato sarà esposta nell'androne di Palazzo del Carmine. Il che, secondo una tabella di marcia, potrà avvenire le tre settimane che precedono la Via Crucis con i giovani della diocesi.

L'idea del sindaco è piaciuta al ceto di panettieri - detentori del grande gruppo - i quali hanno creduto sino in fondo nella bontà di un progetto finalizzato unicamente a dare visibilità non solo al giovedì santo ma all'intero ciclo della Settimana santa. «Del passato - ha dichiarato il sindaco Giovanni Ruvolo - prenderemo il buono, ma dal prossimo anno i riti pasquali nisseni dovranno necessariamente cambiare». Dopo l'esposizione a Milano si era insistentemente parlato della eventualità della presenza del gruppo statuario in altre rassegne di spessore nazionale.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook