stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Dal Policlinico di Palermo Basile nuovo primario di Neurochirurgia al Sant’Elia di Caltanissetta
OSPEDALE

Dal Policlinico di Palermo Basile nuovo primario di Neurochirurgia al Sant’Elia di Caltanissetta

Caltanissetta, Cronaca
Luigi Basile

È Luigi Basile il nuovo direttore della Neurochirurgia dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta. Palermitano, 58 anni, si è laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Catania nel 1988. Dopo la specializzazione in Neurochirurgia, sempre nell’ateneo etneo, ha iniziato il proprio percorso professionale come neurochirurgo nell’Azienda Ospedaliera di Circolo e Fondazione Macchi di Varese dove è rimasto fino al 2010, anno in cui è rientrato in Sicilia per intraprendere un nuovo percorso all’interno della neurochirurgia del Policlinico «Paolo Giaccone» di Palermo. Basile ha sviluppato nel corso della sua carriera competenze trasversali e altamente specialistiche in più branche neurochirurgiche: dalla chirurgia cranico encefalica alla chirurgia del rachide cervicale e midollare, fino alla chirurgia rachide dorso lombo sacrale, della spasticità e del dolore cronico. Un tema, quello del dolore, per il quale è impegnato anche in qualità di docente del master di II livello in terapia del dolore dell’Università di Palermo.

Sarà in servizio a Caltanissetta mercoledì 16 novembre. “Sono certo - sottolinea il direttore generale dell’Asp di Caltanissetta Alessandro Caltagirone - che il dottor Basile saprà mettere a frutto la sua competenza ed esperienza per sviluppare e accrescere le potenzialità della nostra neurochirurgia. La nomina, peraltro, arriva in un momento favorevole che coincide con il ripristino del modello organizzativo alla fase pre-covid: da oggi, infatti, il reparto di neurochirurgia avrà la sua piena identità e non sarà più accorpato alla chirurgia vascolare, valorizzando il suo ruolo di centro hub di riferimento per i traumi delle province di Caltanissetta, Enna e Agrigento. Una riorganizzazione logistica ancor più favorevole anche tenuto conto dell’imminente inserimento della neurochirurgia all’interno della rete dello stroke».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X