stampa
Dimensione testo
CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA

Protesta alla Raffineria di Gela, rimossi i blocchi dopo sei giorni

di
La decisione è stata concordata con i sindacati. La Regione ha convocato le parti sociali e i sindacati per domani mattina per verificare la possibilità di prolungare gli ammortizzatori sociali fino all'avvio della green

GELA. Dopo sei giorni di protesta, i lavoratori dell'indotto hanno rimosso i blocchi dalle vie d'accesso della Raffineria. La decisione è stata concordata con i sindacati. La Regione ha convocato le parti sociali e i sindacati per domani mattina per verificare la possibilità di prolungare gli ammortizzatori sociali fino all'avvio della green. Il governo nazionale invece presto convocherà un incontro. Nel caso in cui gli impegni non verranno mantenuti si tornerà nuovamente in strada per la salvaguardia del posto di lavoro.
Sono stati giorni drammatici quelli appena vissuti dagli operai che hanno trascorso all'addiaccio diverse notti. La decisione di rimuovere i blocchi, è il frutto di un incontro svoltosi ieri in prefettura. Le parti hanno concordato l'apertura di più tavoli tecnici, per individuare le misure più adeguate volte all'avvio di alcuni dei lavori programmati e al rinnovo, fino all'apertura dei cantieri, della cassa integrazione in deroga, che scade il 31 dicembre. Il tutto in attesa che l’Eni avvii i lavori per trasformare la raffineria in green, così come deciso in un accordo siglato il 6 novembre del 2014.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X